S.O.S. Flop: 5 prodotti e 5 idee per riciclare i prodotti più odiati

Ciao a tutte!
Visto che è il primo settembre, mese di buoni propositi, ho pensato a una breve lista di 5 prodotti odiati che però sono ancora recuperabile (con un pizzico di ingegno).
Ecco la mia Top 5 dei flop peggiori degli ultimi mesi:

Preso l'estate scorsa con la promo Pupa (e pagato, quindi, la metà di quanto costi ora), l'Extreme matt powder foundation Pupa non mi ha convinto granché. Ho avuto modo di aprirlo e provarlo solo questa estate poiché avevo finito i miei fidati fondotinta compatti. Dal nome avevo intuito che fosse estremamente matt ma francamente da solo è inutilizzabile: io ho la pelle mista d'inverno e decisamente grassa d'estate, eppure non sono riuscito a usarlo sulla pelle 'asciutta'. Mi evidenzia le poche pellicine che ho e lascia un effetto incartapecorito non proprio piacevole. L'ho relegato a due usi: cipria da ritocco e, come vedrete adesso, fondotinta da abbinare a una bb cream molto oleosa.


Eccola qui: la bb cream più unta della terra: Estèe Lauder Day wear BB (02 medium). Come avrete facilmente intuito, non sono esattamente scura di carnagione: in estate, quando sono fortunata e mi abbronzo, posso arrivare a un N20 Mac ma non di più. Questa BB cream di uno dei miei brand preferiti è scurissima per me, pur essendo appena medium come colorazione. Primo problema, la posso usare solo d'estate. Secondo problema, d'estate è praticamente grasso aggiunto sulla mia pelle (che non ne ha bisogno di certo). Risultato: per non cestinarla (era una mini-size ma dispiace lo stesso buttare 10€!) l'ho abbinata al fondotinta compatto Pupa che vedete qui sopra. Insieme, sono quasi decenti e la durata è più che buona (avevo fatto già una prova con altri fondotinta compatti qualche tempo fa).


Già inserito nei prodotti finiti della primavera, il Balsamo struccante sotto la doccia Nivea è stata una delusione: non struccava il mascara e restava una sensazione di appiccicoso sulla faccia, costringendomi ad una doppia detersione del viso. Bel risparmio di tempo! Ho trovato però un uso alternativo (e così sono riuscita a finirlo): al posto della schiuma da barba per passare il rasoio. Io ho una pelle molto delicata ed è difficile che non si arrossi quando mi depilo. Con questo balsamo, in effetti, la lama scorreva meglio e non ho avuto bruciori. Ovviamente, non lo ricomprerò ma almeno sono riuscita a finirlo.


Ancora uno struccante, questa volta oleoso: orfana dell'olio di cocco, ho voluto provare questo l'Oreal olio straordinario struccante. Abituata all'olio di cocco (30 secondi per massaggiare e veniva via ogni traccia di trucco dagli occhi, perfino quell'ostinato mascara Benefit They're real), questo è stato uno shock: devo strofinare tantissimo per togliere il trucco, se per caso finisce negli occhi brucia da morire e, inoltre, non elimina tutti i residui e sono costretta a ripassare tra le ciglia l'acqua micellare. Una vera seccatura. Riciclo perfetto come olio per togliere i residui di cera dalle gambe dopo la depilazione. Questo è il motivo per cui è ancora praticamente intero e chissà quando riuscirò a finirlo!


Last but not least, devo inserire tra i flop anche questo bel matitone occhi Kiko color up long lasting eyeshadow n 33 likable blackberry. Il colore è bellissimo: un prugna-viola intenso e dal finish satinato. Peccato sia impossibile da sfumare, il colore faccia a pugni con il mio incarnato e il risultato è sempre a macchie.
Mi dispiace troppo cestinarlo, così lo uso come punto di colore in un make-up neutro, cercando di sfumarlo con le dita o con un pennello a setole molto fitte.


E voi? Quali sono i vostri flop del periodo? Qualcosa in comune? Raccontatemi le vostre esperienze disastrose nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

Post più popolari