I miei 10 rossetti preferiti per la primavera / I parte - nude e rosa + flop&top

Ciao a tutte!
Oggi volevo mostravi i miei rossetti preferiti per la nuova stagione, soprattutto rosa e nude/malva. E' una tipologia di colore che uso tutti i giorni perché non è impegnativa e si abbina a ogni tipo di trucco occhi, dal più nude allo smokey eyes più intenso. E' anche il più facile da abbinare sia con gli occhi che con il blush, senza troppo impegno.


Ehm, pulizie di primavera in atto!

Tra tutti quelli sopra, tra rosa e nude, ne ho selezionati 10 + 2 bonus tra i miei preferiti e i miei flop clamorosi. Ho cercato le tipologie più varie, dai matitoni ai classici lipstick, senza dimenticare i rossetti liquidi. Ho lasciato fuori i gloss perché non li uso molto.


Ecco la mia selezione: Rimmel by Kate n 104, Kiko intensely lavish (LE) n 04, Revlon Colorbust matte balm sultry, Essence liquid lipstick n 04 show off!, Wycon lip pencil n 10 pink; Neve cosmetici natural lipcolor magnolia/pink, Rimmel by Kate n 08, Kiko temptress lipstick n 01, Tarte lipsurgence Exposed, Essence lipliner n 11 In the nude; Clinique chubby stick n 16 voluptous violet, Kiko Matte muse lipstick n 03.

Li ho divisi in tre gruppi: i rosa, i nude e due extra. I miei preferiti sono il primo gruppo, che è anche quello che mi dona di più e che uso praticamente tutti i giorni quando non voglio un trucco troppo impegnativo per l'ufficio.

Rossetti rosa - Top five


Da sinistra a destra: Rimmel by Kate n 104, Kiko intensely lavish (LE) n 04, Revlon Colorbust matte balm sultry, Essence liquid lipstick n 04 show off!, Wycon lip pencil n 10 pink.

In questa categoria ci sono i miei rossetti del cuore: il Rimmel by Kate è un rosa opaco spento, non troppo carico e perfetto con ogni trucco. Sicuramente è uno dei pochi rossetti che ho consumato perché è veramente un passepartout: come i suoi fratellini è confortevole e dura a lungo, resiste ai pasti e non sbava, anche senza matita. Uno di quei rossetti da avere sempre e con qualunque trucco. E' bello sia abbinato a trucchi soft che a occhi strong e risulta sempre naturale.
Subito dopo c'è il Revlon uno dei matitoni rosa scuro e intenso più belli sul mercato: morbido, confortevole, dura tantissimo ed è molto versatile. E' leggermente più scuro del Rimmel e, su di me, si nota ma senza essere invadente.
Il mio primo rossetto Kiko è una LE di una collezione che mi è piaciuta parecchio e che ha rivelato un bellissimo rosa intenso, delicato e non invadente. Lo uso da poco tempo ma è finito già nei top.
La mia matita labbra Wycon è la mia preferita di questo range di colori: morbida al punto giusto, scrivente e di un punto di rosa perfetto, né chiaro né scuro. Lo uso con la maggior parte dei miei rossetti rosa (e per correggere il colore di quelli che mi stanno male, come gli arancioni e i corallo).
Il rossetto liquido Essence è stata una bella scoperta: prezzo piccolo per un rossetto confortevole, duraturo, dall'effetto lucido simile al gloss ma molto più duraturo.

Rossetti nude - Top five


Da sinistra a destra: Neve cosmetics natural lipcolor magnolia/pink, Rimmel by Kate n 08, Kiko temptress lipstick n 01, Tarte lipsurgence Exposed, Essence lipliner n 11 In the nude.

Non ne ho moltissimi, anche perché di solito abbino i nude a un trucco occhi importante e raramente ho tempo la mattina per un make-up elaborato.
In testa, come sempre, c'è il Rimmel by Kate della linea lucida e non matte, un bel nude rosato non troppo scuro e con una punta marroncina molto chic. Valgono le stesse considerazioni degli altri, solo una durata leggermente inferiore. Svanisce però uniformemente.
Il matitone Tarte è molto più chiaro e pastoso ma dura abbastanza per la tipologia di prodotto. E' un colore delicato e portabile, soprattutto con un bello smokey.
Il Kiko è il classico nude chiarissimo, non lo uso molto ma è un colore carino, anche se non so se lo riprenderei. Non dura molto e ha bisogno di una matita per il contorno labbra.
E, a proposito di matite labbra, ecco due nude molto valide: la Essence In the nude e la Neve cosmetics magnolia.
La prima è più marroncina e scura, ideale anche per correggere i colori non proprio adatti a me, mentre la magnolia è più rosata e chiara. La Essence dura leggermente di più, mentre la seconda tende a svanire dopo qualche ora. Sono però molto utile e carine, le abbino a tanti rossetti diversi e ne ho fatto scorta perché tendono a consumarsi velocemente.

Due extra: top&flop


Clinique chubby stick n 16 voluptous violet, Kiko Matte muse lipstick n 03

Eccoci arrivati agli ultimi due rossetti: il primo è un matitone, il secondo è un rossetto liquido.
Il Clinique, apparentemente scurissimo, rimane molto naturale sulle labbra, rendendole più voluminose e idratate. In assoluto è il mio preferito perché non è impegnativo e sta bene su tutto, si mette al volo anche in ascensore e senza specchio, dura un paio di ore ma è facilissimo da ritoccare. Insomma, è amore. Era in un cofanetto, infatti è in una taglia più piccolo rispetto al classico formato chubby stick. Somiglia molto al celeberrimo (e introvabile) black honey sempre della Clinique,
Il rossetto liquido Kiko è stata una delusione: sicuramente il colore rosa baby non ha aiutato, però si stende male, secca da morire le labbra, evidenzia tutte le pellicine (pure quelle che non ho) e si stacca a pezzetti... Un disastro, infatti non ho preso altri colori per non rischiare.

E voi? Quali sono i vostri rossetti che tirate fuori dai cassetti in questo periodo? Qualcuno in comune? Fatemi sapere nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

Post più popolari