La mia esperienza al Cosmoprof 2016

Ciao a tutte!
Oggi volevo raccontarvi la mia esperienza al Cosmoprof, durata purtroppo solo un giorno e mezzo ma ricca di stimoli.
Come già anticipato qui, il Cosmoprof è un evento annuale che si tiene nella bellissima città di Bologna e dura 4 giorni, da venerdì a lunedì. Ho avuto modo di curiosare tra gli stand della manifestazione solo sabato e parte di domenica ma mi sono fatta un'idea di come si svolge. Purtroppo, i giorni migliori per andare sono sicuramente il venerdì e il lunedì, anche perché spesso gli stand vendono l'ultimo giorno di fiera.


L'ingresso è abbastanza tranquillo di mattina, anche di sabato. Proprio per questo, mi sono subito diretta al primo stand, il più ambito, il più affollato e il più fashion: Make Up For Ever.


Tappa obbligatoria di ogni appassionata di make-up, le sue file davanti allo stand sono leggendarie ma, grazie alla mia sveglia all'alba, ho battuto praticamente tutti sul tempo e mi sono goduta i miei acquisti con molta calma.


Solo 10 minuti di attesa e poi, subito mi sono data alla pazza gioia: e qui il mio bottino!


Fondotinta Ultra HD (numero R260), primer viso contro i rossori (Step 1 skin equalizer), aqua cream n 15, Artist plexi-gloss duo mini (n 209 e 403), palette Artist shadows 3, Artist lip blush n 921, aqua eyes waterproof viola;

I prezzi erano convenienti e ne ho approfittato per prendere il famoso fondotinta Ultra Hd di nuova formulazione. Per la base, ho aggiunto il primer anti-rossori, mentre non ho resistito a provare un loro ombretto in crema (ho scelto un color bronzo) e una matita viola per gli occhi. La palette è stata proprio uno sfizio ma era così bella che non ho resistito! Un paio di lipgloss e un rossetto-matitone chiaro hanno completato il bottino.
Subito dopo sono riuscita ad andare allo stand NYX e anche qui ho battuto tutti sul tempo e ho anche chiacchierato un po' con i ragazzi dello stand (e, nel frattempo, provare i prodotti per sopracciglia, che ho poi acquistato).
Ovviamente, ho fatto qualche acquisto, anche perché questo marchio attualmente non è disponibile in Italia, se non a Milano. La cipria compatta trasparente sembrava setola e ho scelto poi un gloss nude perché manca nella mia beauty bag.


Da sinistra: blotting powder, butter gloss angel food cake, gel colorato per sopracciglia blonde;

Dopo, ho gironzolato per coloratissimi stand come quello Mesauda...


... deliziosi stand come Bomb cosmetics, come si intuisce dal nome dedicato alle bombe da bagno, saponi e candele!


Non potevo non sbirciare i brand sudcoreani come SNP's e le sue colorate e invitanti maschere.


Simpatico anche lo stand della Vivienne Sabo, mi ricordava le atmosfere parigine (che fanno tanto Aristogatti, non so perché).


Naturalmente, nella giornata di sabato si è affollato soprattutto il reparto Unghie.

Ecco, infatti, lo stand Faby preso d'assalto, con i suoi smalti coloratissimi. Offriva anche un servizio gratuito per le unghie ma, chiaramente, la fila era chilometrica e non è stato possibile per me usufruirne.


Sorprendentemente, nello stesso immenso padiglione ho trovato uno dei marchi che più mi ispirava una grande curiosità: Paola P.


Paola P è nota per le palette e i blush e ho potuto provare e poi acquistare il nuovo blush in crema Vintage red e un rossetto della nuova collezione Planetarium. Il blush sembrava arancione e caldo ma, sorprendentemente, è un rosso ciclamino che risulta molto naturale su carnagioni diverse e su vari sottotoni, grazie alla sua punta di rosso.
Il rossetto è Andromeda un colore molto originale: è un plum caldo e abbastanza scuro, con una punta ciliegia che lo rende adatto anche a un incarnato freddo e rosato come il mio. Ero abbastanza sicura di non avere nulla di simile e l'ho preso senza indugio.


Ultima tappa è stata il reparto Hair: lo so che con la mia chioma ci vorrebbe un miracolo ma ho amato curiosare tra affascinanti strumenti di bellezza e anche concedermi qualche acquisto dell'ultimo minuto.


Il padiglione dedicato ai capelli era prevedibilmente affollatissimo la domenica mattina. C'erano anche dimostrazioni pratiche dell'uso di piastre, arricciacapelli, e centinaia di tipi di forbici. La parrucchiera mancata che è in me (taglio i capelli con la macchinetta per capelli alla mia metà e a mio padre ormai da anni) era terribilmente attratta da tutto, ma il buonsenso ha prevalso e ho preso solo una spazzola Tangle teezer (la Full paddle) allo stand BB cream.
Così mi sono lanciata su uno stand un po' defilato: Helix extra.  Da un po' di tempo leggo ovunque e sento parlare della miracolosa bava di lumaca che, a quanto pare, ha proprietà cicatrizzanti ed è indicata per trattare la pelle problematica e con macchie. L'ho provata sulla mano e devo dire che la consistenza mi è piaciuta, così, complice lo sconto fiera, l'ho acquistata. Mi hanno gentilmente riempito di campioncini e non vedo l'ora di provare tutto!


Per finire, non poteva mancare un giro turistico per la magnifica Bologna: non solo la cornice del Cosmoprof ma anche e soprattutto una bellissima città, molto viva e a misura d'uomo.


Arrivederci al Cosmoprof, spero di avere l'opportunità di ripetere l'esperienza l'anno prossimo, magari con un po' più di calma.


E voi? Eravate al Cosmoprof? Ci siete già state? Avete visto qualche brand interessante? Fatemi sapere nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

Post più popolari